logo elbrus nuovo ok

Elbrus & Blanc Consulting di Michele Stecca - P.IVA 05497710284 - C.F. STCMHL77T03L840A

Foto: Licenza CC Creative Commons, Pixabay License and  CC Sunny Studio, Canva License

La dimensione delle persone nel modello di controllo

2024-06-24 10:06

Michele Stecca

Strategia, Formazione,

La dimensione delle persone nel modello di controllo

l'altro giorno, stavo ragionando con un imprenditore mio cliente, che mi diceva :" Michele, io sono convinto che creare ambienti positivi sia importante, ma...

 

l'altro giorno, stavo ragionando con un imprenditore mio cliente, che mi diceva :" Michele, io sono convinto che creare ambienti positivi sia importante, non fraintendemi, ma non ti sembra che si stia esagerando con questa attenzione, quasi sia una moda e non si parli più dell essenza del lavoro ovvero del fare e del sacrificio ?". Effettivamente chi ha qualche capello bianco come il sottoscritto ricorda che le tematiche del settore un paio di decenni fa erano ben diverse. 

Pero' il mio punto di vista è un altro, e non voglio di certo dire che ogni imprenditore domani debba sentirsi filantropo se non è nelle sue corde, sappiamo tutti che azionisti, investitori e fondi puntano al profitto. 

ma allora, perché anche i fondi di investimento prendono in migliore considerazione le bcorp o le società benefit ? 

in questo caso per farmi capire meglio dal mio cliente, ho preso in mano le mie care balanced scorecards di Kaplan e Norton. 

chi conosce le quattro dimensioni di questo strumento di controllo strategico ricorda queste domande sui rispettivi quadranti che richiamano a precisi kpi ovvero:

1 come possiamo continuare ad innovare ( prospettiva crescita e apprendimento ) ( persone )

2 come possiamo continuare ad eccellere ( prospettiva dei processi )

3 come ci vedono i nostri clienti

4 come ci vedono gli investitori

mettendo kpi strategicamente selezionati per ogni dimensione e con logica aggiungo del guardare in avanti ed in grande, sappiamo che otteniamo un potentissimo cruscotto per la guida della nostra azienda verso la nostra vision e mission.

bene tornando alla domanda principale: perché pensare al benessere dei dipendenti, clima aziendale, formazione etc.. e' importante per la creazione del profitto , e non è moda o filantropia da ostentare ?

vedete ora gli stessi quadranti sotto questo punto di vista:

1 collaboratori ingaggiati formati e motivati

2 creano processi, servizi e prodotti di successo

3 che a loro volta creano clienti entusiasti

4 che creano profitti e quindi soci e azionisti felici 

che a loro volta creano 1 collaboratori ingaggiati ed il ciclo si ripete.

ecco spiegato il perché anche chi ha come fine primario il profitto, sa che dovrà partire dall'engagement e quindi dalle persone e soprattutto non trascurare nessuna delle quattro dimensioni per non arrestare questo ciclo virtuoso. ( E' la consapevolezza che la genesi del profitto passa per il perpetuarsi di questo ciclo di creazione del valore ). 

io lo chiamo il ciclo del valore delle bsc.

qui si spiega anche, perché un moderno controllo di gestione, non si deve più basare solo su dati di bilancio ma su kpi che riguardano specialmente gli assett immateriali, competenze, skills, collaboratori, clima aziendale, esperienza, know how, customer satisfaction...che guarda caso non sono nemmeno all'interno dello stato patrimoniale, ma sono i veri assets dell'azienda. buona domenica 👍👍👍

 

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder